Strategie Certificates

Greggio sulle montagne russe. Il momento perfetto per scommettere sul comparto

<p>Comunicazione di marketing<br /><br />Settore petrolifero sotto i riflettori in questo inizio di secondo trimestre caratterizzato da una fortissima volatilità di mercato. Brent oggi in rialzo del 2,3% a 33,8  dollari al barile, ieri in calo dopo i
Il Crescendo Maxicedola di Exane, Isin FREXA0024309 su Eni, Bp ed Exxon Mobil scadrà a marzo 2023 e, già il prossimo 17 aprile, rileverà un maxicoupon condizionato del 6,75%. Effetto memoria, cedola condizionata mensile dello 0,4% e possibilità di rimborso anticipato da settembre 2020. Il prezzo del prodotto è molto vantaggioso in quanto quota sotto la pari a 789 euro.

Comunicazione di marketing

Settore petrolifero sotto i riflettori in questo inizio di secondo trimestre caratterizzato da una fortissima volatilità di mercato. Brent oggi in rialzo del 2,3% a 33,8  dollari al barile, ieri in calo dopo il  rialzo del +37% della scorsa settimana. Le notizie dell’ultima ora parlano di un nuovo posticipo della teleconferenza in agenda ieri, con la convocazione di emergenza estesa a tutti i membri dell’Opec+ per discutere di nuovi tagli all’output e della fine della guerra dei prezzi a ribasso tra Russia e Arabia Saudita.

La situazione di equilibrio precario tra i Paesi è immersa in un contesto particolarmente delicato di mercato, nel quale si sono aggiunte le ultime minacce di Trump relative all’introduzione di nuovi dazi sul greggio.

Mentre il mercato attende un accordo, uno spiraglio di ripresa sul fronte prezzi arriva da un ritorno in scena della Cina. Secondo un rapporto di Bloomberg, il Paese ricomincerà ad acquistare petrolio per le riserve statali dopo il forte calo dei prezzi, con Pechino che punta a riempire rapidamente i serbatoi. Nel mondo c’è una capacità di magazzino pari a 1 miliardo di barili di petrolio, ma questi stoccaggi potrebbero non essere accessibili in quanto permane il rischio di una crisi più profonda del sistema del trasporto marittimo, già ora in affanno.

Gli effetti di questa crisi sulle maggiori società del settore dipenderanno dalla solidità dei loro bilanci e dalla capacità di adattarsi al nuovo scenario.

Negli Usa, dove l’epidemia è arrivata con settimane di ritardo rispetto all’Italia, la situazione resta difficile per molte imprese petrolifere al punto che il Presidente Trump incontrerà i dirigenti del settore per discutere misure di sostegno, finalizzate ad aiutare l’industria. Tra le presenti, Exxon Mobil, Chevron e Occidental Petroleum.

Per capire come reagiranno i bilanci delle società del settore, dobbiamo interrogarci in primis su che livelli e per quanto tempo il prezzo dell’oro nero rimarrà depresso. I nostri analisti stimano un prezzo medio del greggio per quest’anno tra i 40/45 dollari al barile, con un recupero negli ultimi due trimestri dell’anno. Sul fronte delle major italiane, la situazione, rispetto alle crisi passate, è profondamente diversa. Le compagnie hanno imparato come proteggersi le spalle migliorando la posizione finanziaria ma soprattutto ristrutturandosi per ottenere una maggiore flessibilità dei costi alla variazione delle quotazioni di greggio.

Guardando allo scenario italiano ad esempio, Eni è stata giudicata dai nostri analisti come titolo interessante, in quanto, a differenza di ciò che avvenne nel 2009 e nel 2015 quando aveva una situazione finanziaria più debole e meno flessibile, la società può oggi ridurre fino al 40% il piano di investimenti e ha già sospeso quello di Buy Back.

Per cavalcare l’onda di questo settore ancora molto conveniente, riteniamo che il metodo migliore sia quello di approcciarvi con strumenti finanziari che proteggano il capitale investito come i certificate. Tra quelli disponibili sul mercato, abbiamo selezionato un prodotto di Exane che unisce ad una big italiana, due grandi compagnie d’oltremare.

Analizziamo passo per passo come funziona il Crescendo Maxicedola di Exane, Isin FREXA0024309 su Eni, Bp ed Exxon Mobil che scadrà a marzo 2023 e, già il prossimo 17 aprile, rileverà un maxicoupon condizionato del 6,75%. Effetto memoria, cedola condizionata mensile dello 0,4% e possibilità di rimborso anticipato da settembre 2020. Il prezzo del prodotto è molto vantaggioso in quanto quota sotto la pari a 789 euro.



Maxicedola Condizionata

Se tra due settimane, alla data di valutazione del 17 aprile 2020, il valore del basket equi-ponderato (calcolato tramite la media del valore attuale di ciascun sottostante rispetto al proprio livello iniziale) non registrerà un crollo del 50% dal livello iniziale, l’investitore riceverà una maxicedola pari al 6,75% (67,5 euro al lordo delle imposte per ogni certificato). La maxicedola può essere utile per compensare eventuali minusvalenze in portafoglio. In caso contrario, se la condizione non è soddisfatta, non sarà pagata nessuna maxicedola.

Cedola mensile condizionata ogni mese (dal 2° al 36°)

A partire da maggio, ogni mese l’investitore riceverà una cedola pari a 4 euro per ogni certificato se, alla data di valutazione, i tre sottostanti si troveranno a un livello superiore o pari al 65% del livello iniziale. La cedola condizionata mensile ha un rendimento dello 0,4% (4,80% annualizzato al lordo delle imposte).

Qualora i sottostanti si trovassero al di sotto della barriera del 65%, non sarà pagata nessuna cedola per quel mese. Il coupon non sarà però perso se entrerà in gioco l’effetto memoria.

Effetto Memoria

A Giugno 2020 il certificate inizierà a godere dell’Effetto Memoria che permette di recuperare tutti i coupon mensili non distribuiti in precedenza. In particolare, se i sottostanti si sono trovati sotto la barriera a una delle date di valutazione, la cedola di quel mese non è persa. In caso di recupero dei sottostanti sopra ai livelli di barriera (a una delle date di valutazione successive) scatta l’effetto memoria che consente di ricevere le eventuali cedole non distribuite precedentemente oltre a quella del mese in corso. Semplificando, a giugno 2020 potrebbe succedere che l’investitore percepisca oltre alla cedola di quel mese, anche quella relativa a maggio 2020 eventualmente non incassata per un totale pari a 8 euro.

Possibilità di rimborso anticipato da settembre 2020 a scadenza

Dal 17 settembre 2020 in poi se, ad una data di valutazione trimestrale, i sottostanti sono superiori o uguali al livello di rimborso anticipato automatico, il prodotto viene ritirato a 1.000 euro più la cedola di quel mese e, grazie all’effetto memoria, eventuali coupon non distribuiti.

Qualora si verifichi il rimborso anticipato del prodotto, le cedole successive non verranno pagate. In caso contrario, il prodotto continua a quotare con le stesse caratteristiche.

Rimborso a scadenza

A scadenza, avremo due scenari se non si è verificato il rimborso anticipato del prodotto.

Uno positivo in cui l’investitore riceverà 1000 euro per ogni certificato, a condizione che tutti e tre i sottostanti azionari si trovino, alla data di valutazione finale, sopra alla barriera posta al 65% del livello iniziale.

In caso contrario, l’investitore registra una perdita significativa di capitale pari alla performance del sottostante peggiore rispetto al livello iniziale. Ad esempio se all’ultima data di valutazione finale la performance peggiore fosse quella di Eni con un calo del 36% dal livello iniziale il certificate verrebbe ritirato a 640 euro. Se anche solo uno dei sottostanti dovesse andare a zero, il certificate si azzererebbe.

Mettiamo sotto la lente ogni singolo titolo                  

Eni: Con una capitalizzazione pari a 35,593 miliardi di euro gli analisti censiti da Bloomberg riportano 14 raccomandazioni di acquisto, 11 consigli di tenere il titolo in portafoglio e 7 raccomandazioni di vendita con un prezzo obiettivo pari a 10,82 euro.

Bp: compagnia petrolifera britannica figura ad oggi tra i leader europei e mondiali di questo settore di attività. La maggioranza del suo volume d’affari viene generata tramite la raffinazione e la distribuzione di petrolio greggio. Un’altra parte meno importante della sua attività concerne lo sfruttamento e la produzione di idrocarburi, sia petrolio che gas naturale. Con una capitalizzazione pari a 71,037 miliardi di euro gli analisti censiti da Bloomberg riportano 15 raccomandazioni di acquisto, 9 consigli di tenere il titolo in portafoglio e 3 raccomandazioni di vendita con un prezzo obiettivo pari a 402,42 sterline.

Exxon Mobil: la società statunitense è specializzata nella raffinazione e distribuzione di petrolio seguita dalle attività di petrolchimica, esplorazione e produzione di idrocarburi. Il gruppo realizza la maggior parte del proprio volume d’affari negli Stati Uniti ma raggiunge anche il mercato europeo e Singapore. Con una capitalizzazione pari a 158,834 miliardi di dollari gli analisti censiti da Bloomberg riportano 4 raccomandazioni di acquisto, 17 consigli di tenere il titolo in portafoglio e 7 raccomandazioni di vendita con un prezzo obiettivo pari a 48,22 euro.

Il Certificate è soggetto ad un livello di rischio pari a 5 su una scala da 1 a 7.

L’investitore è esposto anche al rischio default dell’emittente e alla perdita totale del capitale investito, in caso di azzeramento del valore di uno dei sottostanti.

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica – o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Ricordiamo, prima dell’adesione di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente clicca qui.

Per informazioni su Intermonte SIM S.p.a., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Comunicazione di marketing