Websim Journal

FINTECH - Forte del timbro della Borsa di Vienna, Extrafin prepara l'estate

La via italiana al turismo evoluto passa dalla Borsa di Vienna. Dalla fine di marzo, sul listino MTF è quotata Extrafin, la holding di controllo di Extrafunding.it, il portale di equity crowdfunding che fa incontrare la piccola imprenditoria italiana
In arrivo 11 campagne di raccolta fondi per imprese del turismo

La via italiana al turismo evoluto passa dalla Borsa di Vienna. Dalla fine di marzo, sul listino MTF è quotata Extrafin, la holding di controllo di Extrafunding.it, il portale di equity crowdfunding che fa incontrare la piccola imprenditoria italiana dell'ospitalità con i risparmiatori alla ricerca di occasioni d'investimento, ma anche di utilizzo, come cliente, della stessa struttura finanziata.

La pandemia ci ha colto proprio nella fase di lancio delle nostre prime campagne di raccolta e per ragioni di forza maggiore abbiamo dovuto fermare l'attività, ma non abbiamo tirato i remi in barca, ci siamo dedicati alla riorganizzazione interna ed al rafforzamento dello stato patrimoniale, in quanto siamo convinti che quando si riaprirà, il conto economico ripartirà di conseguenza: la Borsa di Vienna ci ha dato fiducia e ci ha ritenuto solidi, così è arrivata la quotazione, racconta l'amministratore unico Luigi Romano a websim.it.

Per poter avere una base di valore di partenza, Extrafin si è affidata a Equidam, una  tech company specializzata nella stima delle aziende agli albori del loro percorso: al temine del processo di analisi è uscito valore d'impresa compreso tra 2,8 e 3,8 milioni di euro: 3,37 il punto intermedio. Una successiva perizia, affidata a Pairstech, ha portato a fissare a 140 euro, il prezzo di quotazione di riferimento. Le 20.000 azioni che rappresentano il capitale sociale hanno un prezzo nominale di 50 euro. 
Gli scambi di azioni avvengono direttamente tra i soci detentori ed i compratori che sottopongono la loro offerta. 
Extrafin, che oltre ad essere la proprietaria Extrafunding detiene anche la quota di maggioranza assoluta della piattaforma di peer to peer lending Businesslending.it, secondo la perizia, dovrebbe chiudere quest'anno con 35.000 euro di utile operativo, su ricavi di poco superiori a 1 milione di euro. Paistech prevede nel 2025 entrate superiori ai 3 milioni e 0,77 milioni di euro di utile operativo.

Romano è uno degli artefici di questa storia imprenditoriale iniziata solo sei anni con un progetto di eCommerce poi convertito ai servizi di finanza innovativa per le piccole e medie imprese della ricettività alberghiera. Ora l'imprenditore della finanza innovativa morde il freno: come tanti altri non vede l'ora di tornare a lavorare senza i vincoli dei lockdown, ma forse più di altri è convinto delle prospettive di ripartenza del turismo italiano: tutti noi siamo ansiosi di partire, di andare in vacanza, o in viaggio, o in giro: ci sarà presto uno scoppio di vitalità incredibile, mi aspetto un boom dell'attività turistica, aggiunge Romano.

Il settore, che già oggi vale circa il 14% del Pil italiano, dovrebbe essere ricevere in via indiretta i benefici del National Recovery and Resilience Plan (NRRP) che questa settimana dovrebbe essere approvato dal Parlamento. I 221 miliardi di euro di stanziamento (30 di fondi nazionali ed il resto in arrivo dall'Europa) dovrebbero essere in grado di far uscire l'Italia dalla recessione e permetterle di abbassare la leva finanziaria esasperata raggiunta quest'anno a causa della pandemia. La società di consulenza LC Macro Advisor ritiene che nei prossimi tre anni, l'effetto aggiuntivo sul Pil italiano del NRPP sia almeno tra +1% e +1,5%.

Extrafin, attraverso Extrafunding si tiene pronta a fornire i capitali a tutti quei piccoli o piccolissimi operatori del settore che vogliono lanciare al meglio la stagione. Sulla rampa di partenza ci sono già 11 campagne di raccolta. 


www.websim.it