Strategie Certificates

Fate largo alla Cina!

<p>
Comunicazione di marketing</p><p>La Cina gode di una salute eccezionale. Anzi, il Covid-19 da quelle parti sembrerebbe non esserci mai stato.  Secondo quanto comunicato dall’autorità doganale di Pechino, in novembre le esportazioni del Dragone h
Il paese della grande muraglia non smette di regalarci record. Per scommettere sulla ripresa economica cinese è interessante il certificate emesso recentemente da Bnp, ad isin XS2191514111 con sottostanti Alibaba, Baidu e Tencent che tra qualche giorno staccherà una maxicedola del 10% compensabile con eventuali minus in portafoglio

Comunicazione di marketing

La Cina gode di una salute eccezionale. Anzi, il Covid-19 da quelle parti sembrerebbe non esserci mai stato.  Secondo quanto comunicato dall’autorità doganale di Pechino, in novembre le esportazioni del Dragone hanno raggiunto il massimo da febbraio 2018.

Nello specifico le aziende cinesi hanno spedito 268 miliardi di dollari di merci, il massimo per un singolo mese e oltre il 21% in più rispetto allo stesso periodo del 2019. Il risultato è decisamente migliore del +12% atteso dal consensus ed è in forte accelerazione rispetto al +11,4% di ottobre e al 9,9% di settembre. 

A primeggiare è stata la forte domanda estera di dispositivi di protezione individuale e quella di prodotti elettronici. Nel periodo gennaio-novembre, le esportazioni di apparecchiature mediche sono aumentate del 42,5% rispetto a un anno fa, mentre le spedizioni di elettronica a novembre sono aumentate del 25% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. 

Questi beni, ancora molto richiesti in alcune parti del mondo come Europa e Stati Uniti, hanno contribuito ad aumentare le esportazioni verso gli USA del 46% nonostante i persistenti aumenti delle tariffe dovuti alla guerra commerciale tra Pechino e Washington.  

Ma anche le importazioni hanno registrato un aumento sostanziale lo scorso mese innalzandosi del 5% a 192,6 miliardi di dollari, rispetto al 4,7% del mese precedente. Il risultato complessivo è un surplus commerciale globale della Cina di 460 miliardi di dollari per i primi 11 mesi del 2020, in aumento del 21,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.  

C’è poi anche un altro dato a cui vale la pena prestare attenzione: l’indice PMI di novembre rilevato dall’Ufficio nazionale cinese di statistica si è attestato al 52,1 punti, segnando il livello più alto da settembre 2017. Quando questo indice supera la soglia di 50 punti significa che l’economia è in una fase espansiva. 

I segnali di ripresa dei consumi nel mercato cinese sono ormai sempre più visibili, i numeri registrati infatti sono sorprendenti se si pensa che il resto del mondo sta affrontando invece una vera e propria recessione.  

A tal proposito c’è da dire che gli esportatori cinesi sono stati sicuramente avvantaggiati in quanto hanno potuto beneficiare della riapertura anticipata dell’economia domestica, mentre i concorrenti stranieri sono tuttora ostacolati dai provvedimenti di controllo della pandemia, ma con questi numeri la Cina è sulla buona strada per diventare l’unica grande economia al mondo a crescere quest’anno.

Non finisce qui perché la forza dell’economia cinese si sta riflettendo anche sui mercati finanziari. Novembre, infatti, è stato il quinto mese positivo degli ultimi sei per la borsa cinese con un progresso compreso tra il 4,5% (in euro) e il +7,4% (in usd). Da inizio anno il guadagno sfiora il +22% in euro.  

Alla luce di questo scenario riteniamo molto interessante il certificate emesso recentemente da Bnp, ad isin XS2191514111 con sottostanti tre big cinesi Alibaba, Baidu e Tencent. Il prodotto oggi quota sulla parità e staccherà tra pochi giorni (14 dicembre data di valutazione) una maxicedola del 10% compensabile con eventuali minusvalenze in portafoglio se tutti e tre i sottostanti azionari saranno maggiori o uguali al 60% del livello iniziale. 

Da marzo 2021 si passa poi a cedole condizionate trimestrali dello 0,80% (pari al 3,2% l’anno) con effetto memoria. Da settembre 2021 il prodotto offre inoltre la possibilità di rimborso anticipato.  

Se, ad esempio, a settembre 2021 i tre sottostanti quoteranno con un valore superiore o eguale al prezzo di emissione, il prodotto sarà rimborsato e l’investitore riceverà 100 euro per ogni certificato più lo stacco della maxicedola e di tre premi trimestrali relativi al mese di marzo, giugno e settembre. Questo permetterà all’investitore di realizzare in 10 mesi e sulla base dei prezzi attuali (100 eu) un rendimento di circa il 12,4%. Tutto con il valore aggiunto di una barriera protettiva del 60% che tutela in caso di cali de sottostanti. 

Di seguito la tabella contenente i riferimenti.

 

I dettagli sul prodotto sono riportati nel precedente articolo, clicca qui per approfondire.

Il Certificate è soggetto ad un livello di rischio pari a 5 su una scala che va da 1 a 7. L’investitore è esposto anche al rischio default dell’emittente e alla perdita totale del capitale investito, in caso di azzeramento del valore di uno dei sottostanti. La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica – o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Ricordiamo, prima dell’adesione, di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente: clicca qui.

Per informazioni su Intermonte SIM S.p.a., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Comunicazione di marketing