Start-Up

EGO - Il design conquista l'hi-tech, Ego lo porta nelle smart-home con un occhio alla sicurezza

		<div>
				<p class="MsoNormal">
						<img src="/redazione/media/immagini/gallery/Equity%20Crowdfunding/Surface_microsoft.jpg" alt="Surface_microsoft.jpg" width="329" height="185" align="right" border="0">I tempi dei prodotti elettronici spartani
La componente design è sempre più importante per il successo dei prodotti tecnologici. La startup ha realizzato un device che permette di unire, nelle case di tutti, lo stile Made in Italy alla sicurezza dei propri dati. Il solo e-commerce dei prodotti per la smart-home vale in Italia 370 milioni di euro e cresce più di tutti gli altri settori

Surface_microsoft.jpgI tempi dei prodotti elettronici spartani e squadrati sembrano ormai pronti per tramontare. L'ultima azienda ad intraprendere la strada del design è stata Microsoft, che per concorrere efficacemente con Apple sul fronte dei notebook professionali, ha di recente rifatto' il look alla sua serie di Surface Book.

La stessa azienda di Cupertino è da molti analisti vista a metà strada tra una società tecnologica e una del lusso, avendo fondato il suo successo anche sull'aspetto di alto livello dei suoi prodotti, iPhone e MacBook tra gli altri.

macbook_air.jpg

Ma il design ha creato importanti nicchie anche per altri tipi di prodotti tecnologici, come i supporti di memoria, dove è attiva LaCie, marchio premium di Seagate Technology, che progetta soluzioni di memorizzazione di livello mondiale per fotografi, videoperatori, professionisti audio e altri utenti specializzati.

Una soluzione simile, è quella portata avanti da una startup italiana, EGO S.r.l., che con il suo device Ego punta a dare alle informazioni più preziose di ognuno di noi, un luogo sicuro dove essere conservate. Si tratta di un supporto fisico per i dati, a cui ci si può connettere  attraverso un sistema direct Wi-Fi, con design così ricercato da essere stato presentato all'evento INTERNI Material/Immaterial, in occasione del Salone del Mobile di Milano.

ego-private_foto.jpg

Oltre al design, Ego punta ad avere come suo punto di forza anche la sicurezza: il software è nativo e consente di criptare i dati, mentre le informazioni vengono automaticamente salvate sia nell'uovo sia nella sua base di supporto. Infine il sistema direct Wi-Fi, consente di collegare ad esso i propri dispositivi senza passare attraverso una connessione Internet, che può essere vulnerabile.

Sebbene EGO sia già in produzione e pronto al lancio, dopo la conclusione delle attività di ricerca e sviluppo su software e su firmware, il lavoro da fare resta molto, soprattutto dal punto di vista commerciale e di marketing. Per questo la società ha deciso di lanciare una campagna di equity crowdfunding sul portale OpStart, con l'obiettivo di raccogliere 100 mila euro.

Il business plan di EGO prevede un fatturato di 1,43 milioni di euro nel 2017, con la vendita di 7000 device Ego, e il break-even nell'anno successivo, il 2018, con un utile di 270 mila euro su un fatturato da 3 milioni.

EGO_logo.PNG

Il valore del settore del solo e-commerce di prodotti relativi alla smart home è stimato dall'Osservatorio eCommerce B2c in 370 milioni di euro, senza considerare che si tratta del settore e-commerce in più rapida crescita in Italia al momento. Le opportunità per un prodotto come Ego non mancano, dato che le sue due principali caratteristiche, ovvero il design e la sicurezza dei dati, sono tra gli elementi che riscuotono maggior interesse in questo periodo sia sui media che presso i consumatori.