Logo Intermonte
seguici su:
seguici su facebookseguici su twitterseguici su youtube
CERCA NEWS
Cerca
Ricerca Avanzata
Corriere della Sera p 41
del 23/06/2017
Il Sole 24 ore p 20
del 22/06/2017
05/06/2017
10:25
DIFERENTE® - Luxury drink per astemi, il mercato nascosto da 350 milioni di clienti
di Redazione Websim
È partita la seconda raccolta equity crowdfunding di Nano, la startup che ha lanciato la linea di bevande DIFERENTE®, i premium drink destinati a chi, per motivi etici, religiosi o medici non beve alcool. Gli astemi sono quasi metà della popolazione mondiale e i clienti 'premium' potenzialmente 350 milioni, in un settore che cresce del 12% l'anno.

drink ambientato_ridotto.jpgSembra difficile crederlo per un italiano, ma quasi metà della popolazione mondiale adulta è astemia. Per motivi religiosi, etici o medici, secondo l’OMS ben il 48% del mondo non beve alcolici, una circostanza che sta dando al mercato delle bevande analcoliche tassi di crescita tra i più alti nel settore dei beni di consumo. Un giro d’affari da 400 miliardi di euro, in crescita del 12% annuo. 

Sul mercato però non esistono bevande analcoliche di alta qualità, che possano essere l’alternativa, per chi è astemio, a quello che durante una serata in un locale rappresentano un long drink, un aperitivo alcoolico o una flute di champagne. Insomma, chi non beve alcool si trova di fatto escluso da quello che è ormai una sorta di ‘rito sociale’, con 2 miliardi di persone impegnate ogni settimana in occasioni di ‘social drinking’. L’obiettivo della startup italiana Nano Srl, è proprio inserirsi in questa nicchia per certi versi inesplorata, dove al momento, oltre alle acque minerali, sono presenti quasi solo bibite analcoliche di grande distribuzione. Il vino e molti superalcolici stanno sempre di più superando la condizione di semplice bevanda, per diventare degli status symbol: l’acquisto di vini e spiriti ‘premium’ è una realtà consolidata per oltre 300 milioni di consumatori. La linea di bevande DIFERENTE® di Nano Srl vuole proporre lo stesso prodotto di alta qualità a chi non può o non vuole bere alcool, un bacino stimato in 350 milioni di potenziali clienti premium.

Una comunità, come si è visto, tutt’altro che piccola. A cominciare dai paesi arabi, dove l’intera popolazione non consuma alcol. Per puntare su questo mercato Nano ha una marcia in più: la certificazione di conformità ‘Halal’ e la registrazione alla Dubai Municipality, requisiti fondamentali per la distribuzione nell’area del Golfo.

Ruby FB_ridotto.jpgLe bevande della linea DIFERENTE® vengono realizzate con un processo coperto da domanda di brevetto che coinvolge diverse tecnologie agroalimentari originali, e non prevede la de-alcolazione come molti altri processi alla base di bevande come la birra analcolica. Il metodo di Nano permette di arrivare a creare una bevanda con caratteristiche organolettiche uniche, senza nulla da invidiare a quelle dei drink tradizionali, ma con un tenore alcolico pari allo 0% esatto, al contrario delle normali bevande alcool-free, che mediamente hanno tenore alcoolico compreso tra 0,01% e 0,5%. Al momento la gamma prodotti della società comprende Diferente Luxury Sparkling, ispirato ai grandi classici delle bollicine, e Ruby Red Infusion (nella foto), un aperitivo dal colore rosso rubino.

Dopo i suoi primi anni di attività, in cui è stato prioritario l’impegno di ricerca e sviluppo per arrivare al metodo produttivo, ai test di produzione ed alle certificazioni dei prodotti, Nano sta passando ora alla fase di posizionamento commerciale, che a sua volta richiede importanti risorse finanziarie. Per accelerare il processo di espansione e posizionamento, la società ha scelto di ricorrere per la seconda volta all’equity crowdfunding, ancora una volta sul portale OpStart. I fondi raccolti con la prima campagna, chiusa con un doppio overfunding a 200 mila euro, sono stati principalmente impiegati nell’attività di ricerca e sviluppo, mentre le risorse della seconda raccolta saranno destinati prevalentemente allo sviluppo commerciale ed alla creazione di nuovi prodotti.

La nuova campagna ha un target minimo a 200 mila euro, e in pochi giorni ha già raccolto 140 mila euro.

logo turch_ridotto.jpgIl business plan di Nano appare prudente e prevede di giungere ad un fatturato di 1,6 milioni di euro nel 2019, con un break-even operativo già nel 2018. Risultati che tengono conto di come i primi due-tre anni saranno dedicati, nei piani della società, più al posizionamento del prodotto che non ad una produzione di massa. Una strategia che non prevede un utilizzo intensivo di capitale e punta nel medio-lungo termine ad una partnership con un grande gruppo del campo luxury o food&beverage. 

Invia a un amico
Stampa
Chiudi attività
Invia a un amico
Email destinatario:
Testo: