Free Area

Covid 19: un'occasione d'oro per evitare la paura

<p>Comunicazione di marketing<br /><br />La velocità di diffusione del coronavirus, il recupero di ieri di Wall Street (dopo il crollo del -7% di lunedì) e la grande volatilità dei prezzi del greggio, (-25% lunedì +9% ieri e oggi ancora -2,9%)  stann
Bnp ha emesso un certificate sull'oro a capitale totalmente protetto in dollari che promette un rialzo oggi lievemente sopra la pari a 103 dollari che ad oggi l'oro passa di mano a 1663,15 dollari l'oncia, il +13,94% dal livello iniziale. La distanza dal livello di barriera è del -20,48%. Rimborso minimo 100 dollari, massimo 140.

Comunicazione di marketing

La velocità di diffusione del coronavirus, il recupero di ieri di Wall Street (dopo il crollo del -7% di lunedì) e la grande volatilità dei prezzi del greggio, (-25% lunedì +9% ieri e oggi ancora -2,9%)  stanno spingendo gli investitori verso i beni rifugio e lontani dalle azioni.

Oro, Yen e strategie a base di opzioni per limitare la volatilità

Alla luce delle dinamiche attuali di mercato, le soluzioni di investimento più solide risultano essere posizioni in yen, oro e strategie a base di opzioni, che permettono di limitare le perdite in caso di ulteriori turbolenze di mercato.

Non è facile stimare quali saranno le società più colpite e quando arriverà una ripresa a pieni ritmi dell’economia. In Cina si intravedono segnali di ripresa grazie al superamento della fase più critica dell’epidemia, il cui picco si è registrato nel mese di gennaio. Per l’Europa e il nostro Paese, invece, la curva dei contagi è in continuo aumento e i governi hanno varato nuove  manovre restrittive per cercare di evitare la tanto temuta fase pandemica. Gli analisti stimano che, nell’incertezza, la soluzione migliore è ripararsi verso lidi più sicuri che possano rendere dando contemporaneamente protezione al capitale investito. Le ripercussioni dovute al virus cinese si abbatteranno anche sul secondo trimestre del 2020 e i prezzi del metallo giallo resteranno alti sostenuti inoltre dagli interventi delle banche centrali che probabilmente inietteranno nuova liquidità .

Una soluzione interessante può essere quella di combinare un bene rifugio da un lato e un certificate a protezione totale di capitale, dall’altro.

Bnp ha messo sul mercato un certificate in dollari con sottostante oro che offre una protezione del 100% del capitale a scadenza, offrendo inoltre una possibilità di rialzo.

Il certificate sull’oro con Isin XS1988382252, segue la performance del metallo giallo fino a un guadagno massimo del 40% durante la vita del prodotto e, a scadenza, verrà ritirato a 101,5 dollari. La durata del prodotto è di circa due anni e mezzo con scadenza prevista il 22 luglio 2022.

Perché è interessante:

Il prodotto quota lievemente sopra la pari a 103 dollari, in quanto prezza in parte il rialzo del valore dell’oro rispetto al livello iniziale (ad oggi l’oro passa di mano a 1663,15 dollari l’oncia il +13,94% dal livello iniziale). La distanza dal livello di barriera è del -20,48% (livello posto a 1.998,85 dollari l’oncia). A scadenza, il 22 luglio 2022 tra poco meno di un anno e mezzo, avremmo tre scenari possibili: 

  • se, durante la vita del prodotto, l’oro non ha mai toccato la barriera superiore posta a 1.998,85 dollari e a scadenza quota sotto il livello iniziale (1.427,75 dollari), il certificate verrà ritirato a 100 dollari (capitale totalmente protetto).
  • Se a scadenza, l’oro quoterà sopra il livello iniziale, ad esempio con una performance del 39% , il certificate verrà ritirato a 139 euro con un guadagno per l’investitore del 39%.
  • In caso di rialzo dell’oro, oltre il livello di 1.998,85 durante la vita del prodotto (+40% dal livello iniziale), il certificate verrà rimborsato a scadenza a 101,5 dollari. La barriera infatti è continua e rilevata a fine giornata.

Noi sposiamo lo scenario in cui l’oro non tocca la barriera ma anche in quel caso l’investitore verrebbe rimborsato a 101,5 dollari. Lo scenario migliore è dunque quello in cui l’oro da qui alla scadenza del certificate, non tocchi mai la barriera di massimo guadagno allora la performance può arrivare fino a circa +37% (perché oggi lo pago sopra la pari) a secondo delle quotazioni del metallo giallo rispetto al livello iniziale.

Ricordiamo che tutti i rendimenti sono al lordo delle tasse e prima di investire di leggere attentamente i prospetti informativi e kid: cliccare qui.

Ricordiamo che l’investimento in questa tipologia di certificate espone al cambio dollaro/euro. 

In particolare un aumento del dollaro corrisponde, per un investitore italiano, in un guadagno quando converte in euro e viceversa.

Ancora, come tutti i certificate, l’investitore è esposto al rischio emittente, in particolare S&P ha assegnato il giudizio A+ al guarantor del certificate e Moody’s Aa3.

Il certificate, in una scala di rischio da 1 a 7, è stato valutato a livello molto basso: 2.

Comunicazione di marketing