Strategie Certificates

Covid 19 e un’idea di gaming sempre più raggiungibile

<p>Comunicazione di marketing<br /><br />Il lockdown globale ha funzionato come gioco forza per un segmento di cui i media poco parlano, ma che sta mostrando crescite record per le aziende di settore: il gaming.<br /><br />La pandemia ha mandato infa
Il Memory Cash Collect studiato da Vontobel, Isin DE000VP7K7R8 su Activision Blizzard, Electronic Arts e UBISOFT Entertainment stacca premi condizionati trimestrali pari al 3% (12,00% p.a.) se i tre sottostanti non perdeono oltre il 30% dal livello iniziale. Dal sesto mese l’investitore godrà della possibilità di rimborso anticipato. La scadenza naturale è ad agosto 2022

Comunicazione di marketing

Il lockdown globale ha funzionato come gioco forza per un segmento di cui i media poco parlano, ma che sta mostrando crescite record per le aziende di settore: il gaming.

La pandemia ha mandato infatti Hollywood in tilt, immerso le grandi aziende manifatturiere, petrolifere e dell’automotive nel profondo rosso e lasciato i grandi ristoratori sull’orlo della fame. E i produttori di videogiochi? Incassano.

L’uso di videogiochi è aumentato parallelamente al numero di lavoratori rimasti a casa a causa del blocco da Covid 19. Da marzo, il numero di giocatori a livello globale è aumentato del 30%, secondo i dati di Bloomberg Intelligence, che riporta numeri da capogiro per l’industria di settore con cifre pari a 156 miliardi di dollari a fronte di ben pochi segni di rallentamento.

L’enorme massa di lavoratori bloccati in casa per mesi senza possibilità di lavorare da remoto, raccoglievano controller e console per alleviare il malessere da lockdown dando la caccia a zombi, sparando a mostri e piantando alberi in villaggi pieni di animali parlanti. Le vendite statunitensi del settore sono così aumentate del 30% nel secondo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, arrivando a generare 11,6 miliardi di dollari, secondo quanto stimato dalla società americana di ricerche di mercato NPD Group.

Le azioni di Activision Blizzard, ad esempio, sono aumentate del 46% quest’anno, i profitti di Nintendo Co. sono quintuplicati da aprile a giugno, Electronic Arts, produttore di giochi come FIFA calcio, afferma di aver raggiunto decine di milioni di nuovi giocatori durante il fermo pandemico. “Questo è un periodo senza precedenti ed è stato un primo trimestre record per la nostra attività”, ha detto agli investitori Andrew Wilson, amministratore delegato di EA.

Il boom di utilizzo registrato in questi 9 mesi ha sovralimentato quello che era già un business estremamente redditizio. Le società di giochi stanno sviluppando le reti di franchise, prendendo il posto dei grandi sequel Hollywoodiani, tanto che Matthew Kanterman, analista di Bloomberg Intelligence afferma che “i videogiochi più famosi sono molto più redditizi nel tempo di qualsiasi film mai realizzato”. Si pensi che, in meno di un decennio, l’utilizzo di videogiochi è passato dall’essere non più unicamente un hobby associato ad adolescenti pigri bensì un settore a pieno titolo.

Un’interessante soluzione per cavalcare l’onda del grande sviluppo del gaming è il Memory Cash Collect studiato da Vontobel, Isin DE000VP7K7R8 con sottostanti tre big di settore Activision Blizzard, Electronic Arts e UBISOFT Entertainment.



Come mostrato nel grafico che ci mostra l’andamento dei tre titoli dell’ultimo anno, le quitazioni attuali delle tre società sono nettamente migliori rispetto allo scorso anno, con una visibile crescita interrotta solo da un’inversione di rotta registrata tra febbraio e marzo. Vediamo il prodotto consigliato nel dettaglio.

Funzionamento del certificate

Tra poco più di due mesi (24 novembre) il certificate staccherà premi condizionati trimestrali pari al 3% (12,00% p.a.) se i tre sottostanti non perderanno oltre il 30% dal livello iniziale. Valore nominale pari a 100 euro e scadenza naturale ad agosto 2022. Dal sesto mese, l’investitore godrà della possibilità di rimborso anticipato se il valore di ciascuno dei tre titoli, nelle date di valutazione trimestrali, sarà pari o superiori al 100% del livello iniziale:

= Activision Blizzard quota 83,00 usd

= Electronic Arts quota 141,42 usd

= UBISOFT Entertainment quota 68,51 euro



Se, ad esempio, a marzo i tre sottostanti quoteranno con un valore superiore o uguale a quello iniziale, il prodotto sarà rimborsato e l’investitore riceverà 100 euro per ogni certificato più lo stacco di due premi trimestrali. Questo permetterà di incassare, in soli 6 mesi, circa il 6% dell’importo nozionale.

Premi trimestrali condizionati

A partire dal 24 novembre il certificate stacca premi trimestrali del 3% (12% all’anno al lordo delle imposte) se Activision Blizzard, Electronic Arts e UBISOFT Entertainment non perdono oltre il 30% dal livello iniziale. Se invece, alla data di valutazione, i sottostanti si trovano sotto al livello di barriera, l’investitore non beneficerà del premio di quel trimestre e si passerà alla data di valutazione successiva.

Effetto memoria

Il certificate gode dell’Effetto Memoria che permette di recuperare tutti i premi trimestrali non distribuiti in precedenza. Se i sottostanti, in una delle date di valutazione, quotano sotto il livello di barriera (posta al 70% del livello iniziale), il premio non sarà perso: alle date di valutazione successive, in caso di rialzo dei sottostanti, scatta l’effetto memoria che consente di recuperare le eventuali cedole non distribuite precedentemente, oltre a quella del trimestre in corso.

Possibilità di rimborso anticipato da marzo 2021 a scadenza

A partire dall’1 marzo 2021 il certificate gode della possibilità del rimborso anticipato. L’investitore riceve il capitale investito più i premi maturati e non distribuiti, qualora, nelle date di valutazione trimestrali, il valore di ciascuno dei sottostanti sia superiore o uguale al 100% del livello iniziale.

Rimborso a scadenza

Alla data di osservazione finale (25 agosto 2022), avremo due scenari se non si è verificato il rimborso anticipato del prodotto.

Uno positivo in cui l’investitore riceverà 100 euro per ogni certificato, a condizione che tutti e tre i sottostanti azionari si trovino, alla data di valutazione finale, ad un livello uguale o superiore alla barriera posta al 70% del livello iniziale.

Se il valore di almeno uno dei sottostanti è inferiore al livello barriera, il certificate paga un importo commisurato alla performance del peggiore dei tre titoli. Per esempio se alla data di valutazione finale la performance peggiore fosse quella di UBISOFT, con un calo del 36% dal livello iniziale, il certificate verrebbe ritirato a 64 euro. Se anche solo uno dei sottostanti dovesse andare a zero, il certificate si azzererebbe.

Il Certificate è soggetto ad un livello di rischio pari a 6 su una scala da 1 a 7.

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica – o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Ricordiamo, prima dell’adesione, di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente: clicca qui.

Comunicazione di marketing