Websim Journal

CONFINVEST - Pronta per i mercati esteri

<p> Confinvest [CFVT.MI], PMI innovativa e leader italiano come market dealer di oro fisico da investimento, è tra i titoli sotto la lente di oggi. </p><p>In occasione della cerimonia di quotazione il consigliere delegato Luciano Avanzini ha rilascia
In occasione della cerimonia di quotazione il consigliere delegato Luciano Avanzini ha rilasciato un'intervista a Websim

Confinvest [CFVT.MI], PMI innovativa e leader italiano come market dealer di oro fisico da investimento, è tra i titoli sotto la lente di oggi. 

In occasione della cerimonia di quotazione il consigliere delegato Luciano Avanzini ha rilasciato un'intervista a Websim: CLICCA QUI per vedere l'intervista.

La società, che da oltre 30 anni opera in tutto il territorio nazionale, ha concluso la scorsa settimana il collocamento di 2 milioni di azioni ordinarie di nuova emissione, ad un prezzo di 1,5 euro ciascuna. 

Attraverso l'IPO sono stati raccolti 3 milioni di euro, per una capitalizzazione post quotazione pari a 10,5 milioni di euro. 

Il flottante si attesta al 28,57%. Gli investitori esteri costituiscono l’80% della tranche istituzionale. 

Ricordiamo che Integrae ha diffuso questa mattina una nota sulla società nella quale esprime un giudizio BUY, con target di 2,89 euro. 

Secondo gli analisti: «l’opportunità offerta dalla PSD2 ha favorito lo sviluppo di una soluzione digitale per l’oro, portando Confinvest alla creazione dell’innovativa piattaforma "Conto Lingotto", il cui concept è ideato per offrire ad un ampio target di clientela l'opportunità di accedere all’investimento in oro fisico. La tecnologia l’integrazione con le piattaforme bancarie e di società Fintech rappresenteranno una fonte di ricavi strategica nei prossimi anni, in cui il sistema bancario sarà chiamato a rinnovare la propria offera di prodotti e servizi alla clientela. Il mercato italiano potenzialmente aggredibile è decisamente ampio e fa leva su 1,4 trilioni circa di depositi presso le banche che, erroneamente, si ritengono senza costi e senza rischi (ad esempio il bail in)».

Integrae stima che i ricavi possano raggiungere 128,5 milioni di euro nel 2023 (CAGR 2018-23 pari al 54,3%), di cui la gran parte è attesa dal Conto Lingotto (CAGR 91%). La redditività lorda misurata dal rapporto Ebitda/First Margin, grazie all’effetto indotto dalla dinamica dei costi fissi di struttura, dovrebbe raggiungere il 72,8% nel 2023 (dal 35,9% del 2018), ovvero un Ebitda di  7,8 milioni con un CAGR 2018-23 dell’84,1%. 

www.websim.it