Fatti & Effetti

CONFINVEST: ANALISI FONDAMENTALE

<p><strong>FATTO</strong><br />Confinvest [CFVT.MI] è una PMI innovativa, leader italiano come market dealer di oro fisico da investimento. </p><p>La società opera dal 1983 su tutto il territorio nazionale. Offre un servizio di consegna/ritiro assicu
Integrae Sim ha assegnato il giudizio Hold, Target price a 3,14 euro

FATTO
Confinvest [CFVT.MI] è una PMI innovativa, leader italiano come market dealer di oro fisico da investimento. 

La società opera dal 1983 su tutto il territorio nazionale. Offre un servizio di consegna/ritiro assicurato anche in collaborazione con banche ed altri intermediari finanziari.

Azionariato

I primi azionisti della società sono Luciano Renato Avanzini e Franco Buganè, che detengono una quota del 12,3% ciascuno. 

Segue la società Sovereign, che fa capo all’a.d. Giacomo Andreoli, con l’8,87%. 

Roberto Binetti possiede il 6,4%, Gabriele Villa il 6,4%, e una quota del 25% è ripartita fra azionisti minori. 

Il mercato possiede il 28,5%.

Strategia e obiettivi di crescita

Confinvest punta ad espandersi a livello territoriale, anche a livello internazionale, mediante due pilastri strategici: l’innovazione tecnologica e il consolidamento dei rapporti con le banche. 

A livello tecnologico, la società sta velocizzando gli investimenti per il lancio della piattaforma Fintech “Conto Lingotto”, che ha l’obiettivo di aiutare la clientela ad investire in oro fisico con facilità e semplicità. 

Si tratta di uno strumento fintech che collega l’oro al deposito bancario permettendo al cliente, in qualsiasi momento, di effettuare acquisti e vendite con il proprio conto.

Confinvest punta su Conto Lingotto, la cui tecnologia potrà essere integrata con le piattaforme bancarie e le società Fintech, per aumentare i ricavi nei prossimi anni. 

L’operatività di Conto Lingotto potrà beneficare anche della nuova normativa PSD2, che ha l’obiettivo di regolamentare i pagamenti online, con particolare riguardo alla sicurezza dell’utente. 

Le norme disciplinano anche i processi di open banking, che permettono alla banche di condividere con altri soggetti, previa autorizzazione, i dati dei clienti.

Conto Lingotto si offre a tutti i generi di risparmiatori, dai più grandi ai più piccoli, e permette di smobilitare i risparmi investendo in un bene rifugio tradizionale, ma con l'ausilio di una tecnologia moderna.

Confinvest mira a rafforzare ulteriormente la collaborazione con il sistema bancario italiano, con il quale opera da quasi quarant’anni. 

Newsflow rilevante, titolo cresce del 120% da giorno della quotazione

La società è sbarcata in Borsa il 1 agosto 2019. In fase di Ipo, sono state collocate 2 milioni di azioni ordinarie di nuova emissione, ad un prezzo di 1,5 euro ciascuna.

In tutto, sono stati raccolti 3 milioni di euro, per una capitalizzazione post Ipo pari a 10,5 milioni di euro. Le risorse raccolte saranno destinate all’implementazione di Conto Lingotto.

Dopo l'Ipo, il titolo ha toccato un picco il 21 agosto, giorno in cui ha chiuso a 5,2 euro. 

Attualmente, il prezzo si è stabilizzato intorno ai 3,3-3,4 euro, registrando una crescita di circa il 170% dal giorno della quotazione. 


 

EFFETTO
Dati di bilancio, il primo margine cresce a doppia cifra

Confinvest ha chiuso il primo semestre con ricavi pari a 9,32 milioni di euro, in crescita del 28,7% rispetto ai 7,24 milioni maturati nello stesso periodo dello scorso anno.

Il primo margine è arrivato a 0,65 milioni di euro, e si presenta in crescita del 69% circa su base annua. Il primo margine risulta dalla somma algebrica dei ricavi da vendita di oro, costi diretti dell’attività di compravendita, (il controvalore degli acquisti di oro da investimento) e variazione netta delle rimanenze dell’oro da investimento. 

Secondo quanto riporta la società, questo dato “costituisce la vera proxy del fatturato di un market dealer in oro e rappresenta il saldo netto del transato, comprensivo dell’effetto della variazione del magazzino” .

L’Ebitda rettificato si è attestato a 0,30 milioni di euro. L’Ebitda è stato pari a  0,2 milioni di euro, in crescita rispetto ai 0,06 milioni di euro del primo semestre 2018, anche per via del cambiamento dei principi contabili. 

L’Ebit rettificato è arrivato a 260mila euro, in forte crescita rispetto ai 43mila di euro registrati nello stesso periodo dello scorso anno. 

L’Ebit  è stato pari a 62mila euro, rispetto a -53 migliaia di euro al 30 giugno 2018. 

L’Utile Netto rettificato ammonta a 163mila euro, rispetto alla leggera perdita al 30 giugno 2018.

La Posizione Finanziaria Netta è pari a -1,82 milioni di euro, in incremento rispetto a -0,79 milioni di euro al 31 dicembre 2018.

Pareri analisti

Integrae Sim ha assegnato il giudizio Hold, Target price a 3,14 euro

Integrae Sim ha portato il giudizio a Hold da Buy, alzando il target price a 3,14 euro, dai precedenti 2,89 euro.

Il nuovo giudizio segue la pubblicazione dei dati semestrali, che si sono presentati in sintonia con le stime.

Le previsioni sul 2019-2020 rimangono invariate, ma sono state ritoccate quelle sul 2021 e sul 2023.

Nello studio si sottolinea che “l’offerta di Confinvest è in grado di stimolare e intercettare la domanda potenziale di diversificazione del portafoglio dei clienti: il mercato italiano aggredibile è pari a circa 1,4 trilioni di depositi”. 

Tuttavia, si pone l’accento su alcuni fattori di incertezza, come l’attenzione che i governi, Italia compresa, stanno mettendo sul costo della liquidità presente nelle banche.

Le stime elaborate da Integrae Sim 

www.websim.it