Fatti & Effetti

COMER INDUSTRIES: ANALISI FONDAMENTALE

<p>
<strong>FATTO</strong><br />Comer Industries [COME.MI] è un gruppo attivo nella progettazione e produzione di sistemi avanzati di ingegneria e soluzioni di meccatronica per la trasmissione di potenza. Comer opera nei settori delle macchine per l
Midcap partners promuove a Buy dopo la semestrale

FATTO
Comer Industries [COME.MI] è un gruppo attivo nella progettazione e produzione di sistemi avanzati di ingegneria e soluzioni di meccatronica per la trasmissione di potenza. Comer opera nei settori delle macchine per l'agricoltura, dell'attrezzatura edile e per la selvicoltura, dell'energia e dell'industria.

La società è entrata in Borsa lo scorso marzo, sul segmento AIM, dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale. 
Il prezzo d’Ipo era 10,6 euro, ora il titolo ha superato i 12 euro.

Azionariato

Il capitale sociale risulta così distribuito. Eagles Oak detiene il 74,97% delle azioni, seguito da Finregg, con l’8,33%.

Il mercato possiede il 16,7%.

Strategia di crescita

Comer possiede 11 sedi distribuite in tutto il mondo, 7 in Europa, 1 in India. La sede principale è ubicata a in Italia a Reggiolo, Reggio Emilia. La società si avvale di una solida rete commerciale presente a livello globale.

La società opera in due settori, agricoltura e industriale. La divisione agricoltura offre sistemi di ingegneria destinati alle macchine agricole, quella industriale soluzioni integrate per macchine da costruzioni e forestali, per la municipalità, il settore meaning e material handling. 

In sostanza, i suoi dispositivi vengono installati nelle macchine macchine agricole ed industriali. Fra i clienti si possono annoverare grandi case come John Deere, CNHI e Caterpillar. 

La società punta alla crescita organica e per linee esterne, mediante acquisizioni o aggregazioni. Di recente, ha ottenuto una nuova linea di credito da 80 milioni di euro con scadenza al 2025, concessa da Bnl gruppo Bnp Paribas e Crédit Agricole Italia. 

Queste risorse, insieme a quelle raccolte in fase Ipo, saranno utilizzate per finanziarie i progetti a breve-medio termine. 

Per quanto riguarda il futuro, Comer intende cogliere le opportunità che derivano dagli sviluppi tecnologici, soprattutto nei settori dell’elettrificazione e sui dispositivi per la guida autonoma, aspetti definiti dal management “rivoluzionari”. 

Newsflow recente, esercizio dei warrant

Il 15 luglio si è chiuso il primo periodo di esercizio, dei tre previsti, dei “Warrant Comer Industries 2019-2021”.

Sono stati esercitati 59.280 warrant con conseguente emissione di 59.280 azioni, nel rapporto di 1 nuova azione ordinaria ogni 1 Warrant esercitato, per un controvalore complessivo di 592.800,00 euro.

I possessori dei warrant rimasti in circolazione potranno esercitarli nei due periodi previsti, in ragione di un’azione di compendio ogni warrant esercitato, ad un prezzo di 10 euro per ciascuna azione. 

EFFETTO 

Ultimi dati di bilancio 1° semestre 2019

La società ha archiviato la prima metà dell'anno con ricavi pari a 220,8 milioni di euro, in crescita dell’8,4% su base annua (203,6 milioni di euro la cifra del primo semestre 2018).

L’Ebitda rettificato ammonta a 25,4 milioni, in crescita del 18,2% su base annua (nel primo semestre 2018 era stato pari a 21,5 milioni).

L’Ebit è arrivato a 17,6 milioni, +17,7% rispetto al primo semestre 2018. 

L’utile netto ha raggiunto la cifra di 11,5 milioni, +12,5% rispetto al primo semestre 2018.

L’indebitamento finanziario netto adjusted ha raggiunto la cifra di 10,1 milioni, in miglioramento di circa 26,6 milioni rispetto alla fine del 2018.

Copertura analisti: Midcap partners promuove a Buy dopo la semestrale 

Dopo la pubblicazione dei conti semestrali, Midcap Partners ha alzato il giudizio del titolo a Buy, da Hold, limando il target price a 13,1 euro da 13,6 euro. 

Nello studio si legge che gli utili semestrali sono stati superiori alle aspettative.

I principali volani di crescita della società sono la forte esposizione ai mercati più dinamici e meno critici del mercato delle macchine industriali, un’offerta di prodotti più eterogenea rispetto ai competitor, la conclusione di contratti di lungo periodo con grandi operatori. 

Le stime sull’utile per azione sono state abbassate, (-1% in media per il periodo 2019-2021), ma solo a causa di un effetto tecnico, dovuto al nuovo piano sui warrants. Le altre sime operative sono rimaste invariate. 

Nella tabella i dati storici (A) e previsionali (E) elaborati da Midcap P.

www.websim.it