Logo Intermonte
seguici su:
seguici su facebookseguici su twitterseguici su youtube
CERCA NEWS
Cerca
Ricerca Avanzata
25/10/2018
09:15
CLOUD PATHOLOGY – La PMI che innova la diagnostica con la tecnologia cloud
di Redazione Websim
La società ha sviluppato un software per la condivisione dei dati tra le strutture ospedaliere, sia pubbliche che private. E i medici potranno confrontarsi tra loro da un capo all’altro del mondo.
“In molti settori legati all’healthcare si lavora come 150 anni fa, con microscopi, vetrini e archivi fisici”. Va dritto al sodo Massimo Cella, amministratore delegato di Cloud Pathology Group (CPG), società nata a Milano nel 2012 che punta a ottimizzare la diagnostica attraverso le innovazioni digitali e la condivisione dei dati. 
 
Cloud Pathology 3.jpg“L’intuizione nasce da Giampiero Duglio – racconta Cella – È un manager di alto livello che da anni lavora in ambito sanitario. Per esempio ha avuto un’esperienza importante ai vertici della Nerviano Medical Sciences Srl. Conosce molto bene questo mercato e ha individuato delle carenze nell’utilizzo delle nuove tecnologie. La nostra mission è digitalizzare, rendere disponibili tutti i dati in cloud in maniera semplice, per mettere a fattor comune le competenze. È così possibile migliorare la qualità delle diagnosi e delle cure. E si ottimizzano anche i costi”. 
 
In pratica bastano un’utenza e una password per accedere a un database potenzialmente senza limiti. E Cloud Pathology permette di confrontarsi da un capo all’altro del mondo per valutare i casi clinici simili: “Un medico italiano può consultare un collega in Svezia, piuttosto che in Usa o nel Regno Unito”, racconta l’amministratore delegato. “Mettiamo a disposizione un bagaglio di conoscenze enorme. Gli ospedali condividono una grande quantità di know how che, presi singolarmente, sarebbe impossibile avere. Pensiamo a una struttura di provincia: avrebbe accesso anche alle informazioni delle realtà specialistiche, sia pubbliche che private”. 
 
La società, per svilupparsi ulteriormente, sta per lanciare una campagna di equity crowdfunding sul portale BacktoWork24. Le priorità saranno lo sviluppo commerciale: la tecnologia di Cloud Pathology è infatti pienamente operativa e certificata, la sfida adesso è di farla conoscere al mercato. “Un’altra parte dei fondi sarà utilizzata per investire sul potenziamento della nostra suite CPG – precisa l’amministratore delegato – Perché come ogni soluzione può evolversi: ora puntiamo all’integrazione con altri software. Ed è il momento adatto. Secondo diversi studi, infatti, questo mercato sarà caratterizzato da un tasso di sviluppo medio del 13% nei prossimi 5 anni. Il trend di Cloud Pathology può anche essere superiore grazie a un’azione mirata sugli ospedali”. 
 
Cloud Pathology 2.pngQuesta strategia passerà anche attraverso la figura di Arrigo Capitanio, patologo italiano con esperienza internazionale, che è medical advisor della società. La proposta ai clienti è chiara: un contratto di servizio strutturato sulle esigenze specifiche della singola struttura. 
 
Ad oggi, l'azienda ha testato la sua soluzione con 8 ospedali italiani. E con uno di loro ha concluso un contratto biennale (Nuovo Ospedale degli Infermi di Biella). CPG ha anche collaborazioni con l'ospedale universitario di Linköping (Svezia), con la Fondazione Tempia di Biella e con il CNR di Pisa per programmi innovativi su genomica e intelligenza artificiale. 
 
Per la ricerca e lo sviluppo ha investito circa 1 milione di euro. La società, inoltre, ha presentato il progetto “The New Pathology” nell’ambito del Programma Horizon 2020 della Comunità Europea che ha ottenuto il riconoscimento “Seal of Excellence”. 

“Per ulteriori sviluppi sul fronte dell’intelligenza artificiale puntiamo a ottenere dei fondi europei o regionali. In alternativa si possono valutare delle partnership strategiche”, chiarisce Cella. Che poi conclude: “Abbiamo forti prospettive di crescita. Il nostro software è centralizzato presso un unico hub a Milano: è uno dei più potenti a livello europeo. In pratica c’è la possibilità di uno skilling infinito con semplicità di gestione. Ogni innovazione disponibile sul mercato potrà essere integrata e resa disponibile in cloud”.

www.websim.it
www.websimaction.it
Invia a un amico
Stampa
Chiudi attività
Invia a un amico
Email destinatario:
Testo: