ETF

CLOUD - Il Cloud Computing è vincente in tempi di smart working

<p>I servizi di Cloud computing (la cosiddetta nuvola informatica) stanno rivelando tutta la loro valenza strategica in tempi di smart working, via obbligata per affrontare al meglio la crisi pandemica. </p><p>L'obbligo di confinamento (lockdown) per
L'obbligo di "confinamento" per quasi tre miliardi di persone genera un giro d'affari da centinaia di miliardi di dollari

I servizi di Cloud computing (la cosiddetta nuvola informatica) stanno rivelando tutta la loro valenza strategica in tempi di smart working, via obbligata per affrontare al meglio la crisi pandemica. 

L'obbligo di confinamento (lockdown) per quasi tre miliardi di persone si trasforma per alcuni in un business gigantesco. Lo smart working è reso possibile, infatti, dalle tante innovazioni tecnologiche che permettono lo svolgimento del lavoro a distanza: internet, smartphone e app innovative assumono un ruolo fondamentale permettendo la condivisione e il controllo a distanza di dati e progetti. Tra queste innovazioni tecnologiche c'è il cloud computing. 

Smart working e Cloud computing consentono di ridurre al minimo la mobilità delle persone. In questa fase si lavora sempre più da remoto, da un qualsiasi luogo, basta che ci sia una connessione internet ottimale. Moltissime aziende stanno investendo per cavalcare questa rivoluzione a beneficio di dipendenti, liberi professionisti, aziende medio/piccole, grandi multinazionali e amministrazioni pubbliche.

Ormai si tratta di tutta una serie di servizi divenuti a pieno titolo di "prima necessità". 

Il BVP Nasdaq Emerging Cloud Index comprende una ampia gamma diversificata di aziende di cloud computing che possiamo raggruppare nelle seguenti categorie: 

+ Istruzione o formazione
+ Sviluppo software
+ Operazioni aziendali, incluse buste paga e risorse umane
+ Riepilogo o visualizzazione dati
+ Comunicazione, servizio clienti o fidelizzazione del cliente
+ Facilitazione collaborazione o lavoro di squadra
+ Sicurezza informatica
+ Servizi finanziari o di pagamento

L'indice guadagna il 2% da inizio 2020 a differenza dei tre indici principali di Wall Street, compreso il Nasdaq che perde nel periodo il 7%. Da quando è stato elaborato, nel 2013, ha sempre chiuso l'anno con un profitto.

L’investitore italiano interessato a investire con questa prospettiva ha a disposizione un ETF quotato a Piazza Affari che replica il BVP Nasdaq Emerging Cloud, indice nel quale sono inserite 50 società legate a questo trend. 

WisdomTree Cloud Computing Ucits (Usd)
Isin: IE00BJGWQN72 
[WCLD.MI]
E' quotato in borsa da inizio ottobre 2019. 
Valuta di denominazione Dollaro Usa;
Commissioni totali annue 0,40%;
Non distribuisce dividendi; 
Il 96% delle aziende che compongono l'ETF è statunitense.   

I componenti dell'indice sono cinquanta: 15 Large cap, 27 Mid Caps, 8 Small cap. I primi cinque titoli in termini di peso, evidenziati nella tabella, hanno registrato da inizio anno performance eccellenti: Zoom Video Comm. [ZM.O] +110%, Zscaler [ZS.O] +42%, Qualys [QLYS.O] +28%, Five9 [FIVN.O] +27%, DocuSign [DOCU.O] +31%. 

Zoom Video Communications, in particolare, è una società di servizi di teleconferenza con sede a San Jose in California, fondata nel 2011 da un ingegnere di Cisco Systems, fornisce servizi di conferenza remota che combina videoconferenza, riunioni online, chat e collaborazione mobile. 

Tra i nomi noti all'interno dell'indie ci sono PayPal [PYPL.O], SalesForce [CRM.O], Atlassian [TEAM.O] e Twilio [TWLO.O]. Tra le medie e le piccole, ci sono nomi poco noti che nel giro di pochi anni potrebbero prendere il posto dei soliti noti, visti i tassi di crescita con i quali stanno espandendo l’attività. 

Dato l'elevato tasso di crescita del settore, i multipli fondamentali sono molto sopra la media: Price/Earnings 70x (considerando le sole società che generano profitti); Price/Book Value 10,70 volte; Price/Vendite 8 volte.

 

www.websim.it