Analisi Fondamentale

CFT: ANALISI FONDAMENTALE

SMALL CAP

Società leader nel settore dell’automazione. 

CFT [CFTS.MI] è un gruppo italiano che opera a livello internazionale nel settore della produzione chiavi in mano di macchine per l’automazione industriale, destinate soprattutto al settore alimentare. La società nasce dal progetto della famiglia Catelli, che nel 1940 ha avviato l’attività con la produzione delle macchine per l’industria del pomodoro. 

Dopo settant’anni di esperienza, il gruppo si è posizionato come operatore di primo piano in tre segmenti: Processing (trasformazione della materia prima nel prodotto finito o semilavorato), Packaging (confezionamento) e Sorting (selezione dei prodotti).

La società è quotata, dal 30 giugno 2018, nel segmento AIM Italia di Borsa Italiana. 

Un punto di forza, la diversificazione.

La società presenta un alto livello di diversificazione in termini sia geografici, che di base di clientela e di mercati. Nel 2018, CFT ha registrato un fatturato pari a 249 milioni di euro, l’86% del quale generato all’estero. La società è direttamente presente in 12 Paesi, e vende in 90 Stati. I cinque clienti principali apportano il 25% del fatturato. 

I principali mercati in cui opera CFT sono quello della birra, del pomodoro, frutta, verdura e latte. 

Strategia di crescita.

La strategia della società si fonda su quattro pilastri. Il primo è l’espansione del portafoglio prodotti tramite l’introduzione di nuove tecnologie. Il secondo riguarda il miglioramento dell’integrazione verticale con lo scopo di incrementare la competitività. Il penultimo pilastro concerne gli investimenti in robotica ed automazione in relazione all’Industrial 4.0. Infine, CTF punta al consolidamento della sua posizione nei mercati del pomodoro, frutta, latte, tramite la crescita organica, ma anche attraverso le acquisizioni. 

Attesa crescita dei ricavi e dell’Ebitda. 

Stimiamo un tasso annua di crescita composto dei ricavi pari all’8,7% per il periodo 2019-2022, di cui il 5,8% di crescita organica e il 2,9% derivante da acquisizioni (cifra calcolata solo sulla base delle operazioni già annunciate). 

Dal punto di vista della profittabilità, stimiamo, per il medesimo periodo, un tasso annuo di crescita composto dell’Ebitda rettificato pari al 12,7%, con un’espansione dell’Ebitda margin dal 7,6% conseguito nel 2018 (8,4% proforma) all’8,8% nel 2022, grazie ad alcuni fattori, come l’aumento della leva operativa, la realizzazione delle sinergie con le società acquisite nel corso del 2018 e un migliore mix di prodotti. 

Prevediamo una crescita dei profitti netti da 1 milione, cifra realizzata nel 2018 (3 milioni di euro pro-forma), a 7,2 milioni nel 2022, tasso annuo di crescita composto pari al 47%. 

Iniziamo la copertura con un giudizio INTERESSANTE, target price a 6 euro. 

Avviamo la copertura sul titolo assegnando un giudizio INTERESSANTE. La valutazione è stata condotta adottando il modello del flusso di cassa attualizzato e la comparazione con i competitor. 

Ci aspettiamo che gli investimenti effettuati negli anni precedenti, uniti alla ripresa del mercato del pomodoro, che ha sensibilmente ostacolato la profittabilità nel 2018, possano determinare un significativo incremento dei numeri della società. 

Se escludiamo l’adozione dei nuovi principi contabili (IFRS 16) dalla posizione finanziaria netta, il gruppo ha possibilità di un’ulteriore crescita esterna, poiché il debito è basso: la leva operativa, che misura il rapporto fra debito ed Ebitda è inferiore a due volte. 

Grazie alla favorevole linea di credito, ci aspettiamo che le future operazioni straordinarie possano generare valore per gli azionisti. 

Nella tabella seguente i dati storici (A) e prospettici (E) elaborati da  Websim/Intermonte.

 

www.websim.it 

Prezzo alla chiusura di ieri
€ 2,7331
Capitalizzazione
44 milioni di €
 
a 1 mese
a 3 mesi
a 1 anno
Performance
-21,1%
-22,7%
-58,6%
Performance relativa al mercato
-26,6%
-38,8%
-83,4%