ETF

BORSA CINESE - 5 settimane positive, l'industria torna a macinare profitti

<p>Le Borse della Cina riaprono in moderato ribasso (-0,7%) dopo due sedute di chiusura per festività. </p><p>Per le statistiche, venerdì è terminata la quinta settimana positiva di seguito con gli indici sui massimi da inizio marzo e una perdita da
Gli ETF specializzati sulla borsa cinese sono intorno alla parità da inizio 2020

Le Borse della Cina riaprono in moderato ribasso (-0,7%) dopo due sedute di chiusura per festività. 

Per le statistiche, venerdì è terminata la quinta settimana positiva di seguito con gli indici sui massimi da inizio marzo e una perdita da inizio anno ridotta a un misero -1,6% (in euro). E' una delle performance migiori al mondo.

Tre le novità di oggi che depongono a favore di una ripresa. 

In maggio, sono tornati a crescere i profitti dell’industria cinese, +6% anno su anno a 582 miliardi di yuan (82 miliardi di dollari), dal pesante -4,3% di aprile.

Dai dati raccolti da Bloomberg emerge che Pechino sta più o meno rispettando i termini dell’accordo sui commerci firmato a gennaio con Washington. Nei primi cinque mesi dell’anno, gli acquisti supplementari di beni statunitensi su cui le parti avevano convenuto, sono arrivati a circa un quinto del target, per effetto soprattutto dell’aumento delle importazioni di soia.

Covid-19. Pechino ha registrato nell'ultima giornata soltanto 7 nuovi  casi di trasmissione locale da 14 del giorno prima. Dall'11 al 28 giugno, secondo i dati ufficiali, sono 318 i casi confermati a Pechino, dove un focolaio nel mercato all'ingrosso  di Xinfadi ha riportato l'allerta ai massimi livelli.

Analisi tecnica. 

La tendenza dell'indice CSI 300 (4.137 punti) si è rafforzata grazie alla rottura della resistenza in area 4.050 punti. Il movimento di brve è proiettato in direzione del primo obiettivo di trading in area 4.200 punti.

 

Oltre 4.200 punti si aprirebbero gli spazi per allungare verso i massimi storici del 2018 in area 4.400 punti.

 

Operatività.  La nostra visione di lungo periodo rimane positiva. Si può intervenire in acquisto anche sui livelli attuali. Pronti a incrementare le posizioni sulla rottura di 4.225 punti. Prendere profitto in ottica di trading solo verso i top assoluti a 4.400 punti. Cambio di scenario in caso di discesa sotto 3.500 punti. 

I prodotti che investono sulla borsa cinese registrano ottime performance da inizio anno se confrontate con quelle del panorama borsistico. Tra le opportunità offerte dalla Borsa di Milano segnaliamo i seguenti tre ETF:

Franklin Ftse China Ucits Etf - Usd (Acc)
Isin: IE00BHZRR147
[FLXC.MI]
Da inizio anno: +3,60%.
L'ETF investe in azioni a grande e media capitalizzazione in Cina e cerca di replicare il rendimento dell'indice FTSE China 30/18 Capped. 
L'indice ha un'ampia copertura delle classi di azioni cinesi, tra cui le azioni A, B, H, N; le azioni Red, P, S Chips. I componenti di tipologia A
sono disponibili per gli investitori internazionali attraverso il Northbound China Stock Connect Scheme. Il peso dei singoli componenti viene ponderato tenendo conto del flottante e delle restrizioni applicate agli investitori stranieri. E' rivisto semestralmente. 
Replica fisica. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Non distribuisce dividendi. Costi di gestione 0,19% annuo, il più comveniente tra i 13 prodotti specializzati quotati a Piazza Affari. Leggi il documento KID.

Gli indici FTSE Russell UCITS Capped sono ponderati per la capitalizzazione di borsa e progettati per limitare la concentrazione in ogni singola azione nel rispetto dei requisiti di diversificazione richiesti dall'Unione Europea (UCITS). In particolare, l'indice FTSE China 30/18 Capped rappresenta la performance delle società medio/grandi quotate sulla borsa cinese. Per evitare una concentrazione eccessiva in ogni singola azione, il peso di ciascun componente è limitato ogni trimestre di modo che quello della più grande azienda non superi il 30% e l'eventuale peso delle altre aziende non superi il 18%. 

La segmentazione settoriale vede al primo posto Consumer Services 26%, Financials 25%, Tech 21%. I primi dieci titoli presenti in ordine di peso sono:


Icbccs Wisdomtree S&P China500 UCITS
Isin LU1440654330
[WTCHIN.MI]
Da inizio 2020: -0,30%.
L'ETF punta a replicare l'andamento dell'indice S&P China 500, espresso in Dollari USA, che comprende oltre 500 tra le società a maggior capitalizzazione e a maggiore liquidità della Borsa cinese con ampio spettro settoriale. Distribuisce un dividendo annuale. Valuta di denominazione USD. Spesa corrente annua 0,75%. Leggi il documento KID.

X-TRACKERS CSI300 UCITS
Isin LU0779800910
[XCHA.MI]
Da inizio 2020: +1,30%
L'ETF punta a replicare l'andamento dell'indice CSI  300, indice che riflette l'andamento delle azioni di 300 società quotate sulla Borsa Valori di Shangai e sulla Borsa Valori di Shenzhen (Azioni Cina A). Non distribuisce un dividendo. Spesa corrente annua 0,50%. Valuta di denominazione: USD. Leggi il documento KID.

www.websim.it