Logo Intermonte
seguici su:
seguici su facebookseguici su twitterseguici su youtube
CERCA NEWS
Cerca
Ricerca Avanzata
27/09/2018
17:00
BOND EMERGENTI - Il FMI mette sul piatto 57 miliardi di dollari per l'Argentina
di a cura dell'Ufficio Studi
Gli strumenti migliori per cogliere l'opportunità di investire nei bond dei paesi emergenti ...
Il Fondo Monetario Internazionale ha deciso di concedere all'Argentina un salvataggio record da 57 miliardi di dollari. Si tratta di una cifra superiore ai 50 miliardi dell'accordo iniziale e di un ammontare mai visto prima in interventi di questo genere.

La revisione al rialzo si è resa necessaria per far fronte alle crescenti difficoltà del Paese e per evitare un effetto contagio sulle altre economie emergenti.

L'Argentina ha il pieno appoggio del Fmi, che resta ''impegnato ad aiutarla ad affrontare le sfide che ha davanti''ha spiegato Cristine Lagarde nel corso di una conferenza stampa congiunta con il ministro dell'economia argentino Nicolas Dujovne.

L'intesa prevede che Buenos Aires riceva 19 miliardi di dollari entro la fine del 2019, per un totale di 57,1 miliardi entro il 2021. 

''Il nostro obiettivo è quello di un calo rapido dell'inflazione'' ha osservayo la Banca centrale argentina, che adotterà - in base all'intesa con il Fmi - un regime di tassi di cambio fluttuante senza interventi.

Il governo ha commesso errori negli ultimi mesi'' ha affermato Guido Sandleris, il neopresidente della Banca Centrale Argentina che ha sostituito Luis Caputo, dimessosi solo dopo tre mesi nell'incarico.

L'importante decisione presa dal FMI in realtà non sta producendo effetti benefici sul Peso Argentino, fermo sui livelli di ieri e a poca distanza dai minimi storici contro Usa, ma sta contribuendo a rasserenare il clima sul comparto degli emergenti.

Il quadro di fondo rimane ancora piuttosto teso e soprattutto "a macchia di leopardo". Timidi segnali di recupero si sono registrati nelle ultime settimane su Rublo russo, Peso Messicano e Rand sudafricano. Ancora in profonda crisi il Real brasiliano e la Rupia indiana.

Come investire in questo segmento?

Sul mercato sono disponibili strumenti in grado di consentire l'investimento nel mondo delle obbligazioni dei Paesi emergenti, massimizzando la diversificazione e riducendo il rischio "Paese emittente".
 
Tra quelli disponibili a Piazza Affari, ne studiamo tre che presentano caratteristiche diverse.

Il primo investe su obbligazioni governative di paesi emergenti emesse in Usd con scadenze medio/lunghe e neutralizza l'effetto del cross Euro/Dollaro.
 
Il secondo investe su obbligazioni governative di paesi emergenti emesse in valuta locale con scadenze medio/lunghe.

Il terzo investe su obbligazioni governative di paesi emergenti emesse in Usd con scadenze brevi/medie.

**

ETF iShares JPMorgan EM Bond Hedged
Isin: IE00B9M6RS56
[EMBE.MI]

Da inizio anno -6,7%
A tre anni annualizzato: +3%

Per misurare l'andamento del mondo delle obbligazioni emergenti si fa spesso riferimento all'indice JP Morgan EMBI Global Core, che misura la performance delle obbligazioni governative emergenti denominate in dollari più liquide. I paesi che possono far parte del listino sono quelli classificati dalla Banca Mondiale come emergenti. Dato che tutti i bond sono denominati in dollari, l'indice è soggetto alle oscillazioni del cambio Euro/Dollaro.

Analisi tecnica
2709embe.png

Negli ultimi tre anni il movimento risulta inserito nell'ampio canale decrescente (tratteggiato in blu), all'interno del quale si alternano movimenti di segno opposto della durata di circa sei mesi (tratteggiati in rosso). Stando al ritmo evidenziato, si può ipotizzare da qui in avanti una fase di assestamento nel range compreso tra 89/91 punti cui farà seguito un rimbalzo che ha come obiettivo la parte alta del canale. Quadro da rivedere in caso di discesa sotto area 88.

Lo strumento elaborato da iShares punta a replicare la performance dell'indice JP Morgan EMBI Global Core comprando un campione rappresentativo di titoli obbligazionari del mondo emergenti. 
1209embe1.png
I Paesi più rappresentati sono: Messico (5,9%), Indonesia (4,9%), Turchia (4%), Argentina (3,9%), Filippine (3,80%), Colombia (3,5%), Brasile (3,4%), Russia (3,40%).

L'82% è rappresentato da titoli di Stato emessi in Dollari, il 17% circa da bond corporate.

La durata media delle obbligazioni in portafoglio supera i 10 anni per il 35% del totale, è tra 7-10 per il 26%, sotto i 5 anni per il 29% circa. Duration media 7,3 anni.

Per quanto riguarda il rating, il 10% gode di un rating almeno pari a A. Il resto da BBB in giù.

L’Etf, lanciato nel 2008 e domiciliato in Irlanda, distribuisce dividendi su base mensile. 
Yield a 12 mesi è intorno al 5,0%.
Commissioni totali annue 0,50%.

**

SPDR® Bloomberg Barclays Emerging Markets Local Bond
Isin: IE00B4613386
[EMLD,MI]

Da inizio anno -5,80%
A tre anni  annualizzato +2,3%

Obiettivo dell'ETF (quattro stelle Morningstar) è riprodurre il rendimento dei mercati del debito nei paesi emergenti per titoli liquidi espressi in valuta locale.

Valuta di denominazione dell'ETF: Dollaro Usa.
Rendimento medio a scadenza dei bond presenti: 6%.
Commissioni totali annue: 0,55%.
Dividendi: semestrale.
1/08/2018: 1,6572 dollari.
2/01/2018: 1,3194 dollari.

I primi cinque titoli presenti nel portafoglio dell'ETF sono i seguenti:
emld.png

Il 41% dei bond presenti ha scadenza inferiore ai 5 anni.
Il 30% ha una scadenza compresa tra 5-10 anni.
Il 29% ha una scadenza superiore ai 10 anni.
Duration effettiva 5,7 anni.

Per quanto riguarda il rating, il 47% gode di un rating almeno pari a A. Il resto da BBB in giù.

**

ETF Spdr Bofa Merrill Lynch 0-5 Y Em Usd Govt Ucits
Isin: IE00BP46NG52
[EMH5,MI]

Da inizio anno -1,5%
Performance 12 mesi: -3%

Obiettivo dell'ETF è replicare la performance del mercato dei titoli di Stato dei mercati emergenti a breve scadenza (0-5 anni) emessi in USD. Allo scopo cerca di approssimare al meglio l'andamento dell'indice BofA Lynch Lynch 0-5 Year EM USD Government Bond ex-144a.

Valuta di denominazione dell'ETF: USD.
Rendimento medio a scadenza dei bond presenti: 4,9%.
Commissioni totali annue: 0,42%.
Dividendi: Semestrale.

I primi cinque titoli presenti nel portafoglio dell'ETF sono i seguenti:
2709em.png

Il 41% dei bond presenti ha scadenza inferiore ai 3 anni.
Il 46% ha una scadenza  tra 3-5 anni.
Duration effettiva 2,44 anni.

Per quanto riguarda il rating, il 36% gode di un rating almeno pari a A. Il resto da BBB in giù.

www.websim.it
Invia a un amico
Stampa
Chiudi attività
Invia a un amico
Email destinatario:
Testo: